trasmettitore per dirigibile

 

 

Questo trasmettitore stato restaurato e restituito alla sua cassa analoga all'originale.

epoca

E' un trasmettitore ad arco predisposto per la radiofonia e radiotelegrafia. Questo tipo di arco (Dublier, usato anche da Round per la Marconi), racchiuso ermeticamente per non infiammare l'idrogeno eventualmente presente nel locale, si ritrova anche nel 1910, ma la costruzione dell'esemplare risale tra poco prima il 1918 ed il 1922. L'arco dovrebbe essere in atmosfera di vapori di alcool metilico ma, rispetto a vari esemplari illustrati, non necessita di serbatoio.

costruzione

La costruzione in parte esageratamente robusta ed in parte delicata. La tensione non doveva essere poi tanto alta perch vediamo molte parti essenziali vicine al legno. La strumentazione e forse il dispositivo ad arco sono della Balzarini.

Una bobina un'eccezionale spirale a presa scorrevole nella quale il metallo presente solo nel conduttore a reggetta. Il telaio circolare di robusto compensato, il resto in fibra rossa. Le viti di materiale non metallico. Non e dotata di attacchi al supporto e deve essere sospesa elasticamente.

L'altra serie di bobine costituita da nove gallette fasciate commutabili. Anche in questo caso il metallo assente, la struttura di spesso cartone bachelizzato, le viti in passo MA di materiale nero durissimo, forse formica.

accessori

Il peso che tende l'antenna, normalmente avvolta al mulinello, ha addirittura un attacco molleggiato per evitare lo stappo al lancio.

L'alimentatore dovrebbe essere in continua, ma il tutto stato trovato insieme ad un massiccio trasformatore il olio per alte tensioni.

la cassa dotata di maniglie per l'attacco elastico alla struttura del velivolo